Lesson 3 – I pronomi personali soggetto e il presente del verbo “to be”

A differenza dell’italiano, in inglese il soggetto (  la persona o la cosa che compie l’azione ) dev’essere sempre espresso.
“Io sono Mary”” e “Sono Mary” sono entrambe forme corrette.
In inglese invece una voce verbale non può mai stare da sola.
I am Mary” ( Io sono Mary ) e MAI am Mary“.
Prima di studiare i pronomi personali soggetto, è bene ricordare cosa sono i pronomi. I pronomi sono le parti variabili del discorso che si usano per sostituire un nome. Per esempio: Is Marco Italian? (Marco è italiano?) Come potete notare Marco è il soggetto di questa domanda. Nella risposta, per evitare di ripetere il nome (Marco), si può usare il pronome corretto. Qual è il pronome che sostituisce Marco? In italiano si traduce con lui e in inglese, come vedrete, si dice “he”. La risposta completa potrebbe essere: Yes, he is Italian (Sì, lui è italiano).
Adesso guardate i pronomi personali soggetto in inglese con traduzione in italiano.

I = IO. YOU = TU. HE = EGLI/LUI. SHE = ELLA/LEI. IT = ESSO/A. WE = NOI. YOU = VOI. THEY = ESSI/E/LORO. 1.

Ascoltate e ripetete la pronuncia.

Come avrete già notato il pronome di seconda persona singolare (tu) e quello di seconda persona plurale (voi) sono uguali (you). Dal contesto si capirà se ci si riferisce ad un soggetto o a più soggetti. Se qualcuno si rivolge solamente a te, per esempio “you are Mary” (tu sei Mary), capirai facilmente che si traduce con il nostro “tu”. Se invece una persona si rivolge a te insieme ad altre persone, ovviamente si traduce con “voi”.

Il pronome di prima persona I si scrive sempre con la lettera maiuscola, anche dopo una virgola o un altro segno di punteggiatura.

Per quanto riguarda i pronomi di terza persona singolare, he, she, it, vediamo esattamente a chi o a cosa si riferiscono.
He (lui) è il pronome maschile usato per le persone. Si può quindi riferire ad un uomo, ad un ragazzo o ad un bambino,
Es. He is Paul (lui è Paul).
She (lei) è il pronome femminile usato per le persone e si può quindi riferire ad una donna, ad una ragazza o ad una bambina.
It (esso, essa) è sia maschile che femminile e viene usato per le cose o per gli animali. Qui risulta evidente la differenza tra italiano e inglese; in italiano esso e essa vengono quasi sempre omessi, noi difficilmente, per non dire mai, esprimiamo questo pronome. Se parliamo di una cosa o di un animale usiamo semplicemente il verbo. Per esempio: “È un computer” e non “Esso è un computer”  In inglese il soggetto, come già detto prima, viene sempre espresso: “It is a computer“.


N.B. Quando si tratta di animali domestici, quindi con un loro nome, in inglese si usano gli stessi pronomi riferiti alle persone.
Es. She is my cat Sissy (Lei è la mia gatta Sissy) – He is my dog. His name is Bob  (Lui è il mio cane. Il suo nome è Bob).

E adesso guardiamo il presente del verbo essere (to be) in forma affermativa. Da tenere bene in mente che ne esistono due forme: la forma estesa (Full Form) e la forma contratta (Short Form).

He is. He’s. She is. She’s. It is. It’s. We are. We’re. They are. They’re.

In italiano si traducono allo stesso modo:
I am /I’m = Io sono
You are/You’re = tu sei
He is/He’s = lui è
She is/She’s = lei è
It is /It’s = esso, essa è
We are/We’re = noi siamo
You are/You’re = voi siete
They are/They’re = Loro sono

Ascoltate la pronuncia.

Si usa la forma estesa soprattutto nella lingua scritta.
Si usa la forma contratta soprattutto nella lingua parlata. La forma che gli inglesi usano di più è quella contratta.
Appresa la forma affermativa del verbo to be, ascoltiamo e leggiamo le forme interrogative e negative.

Leggete e ripetete ad alta voce.Per concludere, mi soffermo sulle risposte brevi (Short Answers ).


Cosa sono le risposte brevi e perché ad una domanda non si può rispondere semplicemente con “Yes” (si) o “No” (No)?
Aggiungere una risposta breve a “Yes” o a “No” viene considerato un modo educato di rispondere.
Ma come si usano queste risposte?
Se la risposta è affermativa, bisogna aggiungere a Yes la forma estesa del verbo essere.
Ad esempio: Are you Italian? (Sei italiano?). Un italiano dovrebbe rispondere così: Yes, I am.
Se invece la risposta è negativa, bisogna aggiungere a No la forma contratta del verbo essere.
Se ad esempio ad un italiano viene posta questa domanda: Are you French? (Sei francese?), la risposta corretta dovrebbe essere: No, I’m not.
Altri esempi: Is Paula German? Paula è un nome di donna e nelle risposte brevi dobbiamo sostituire il nome con il pronome corretto. Quindi la risposta giusta è Yes, she is.
Is Paul American? (Paul è americano?). Se Paul non dovesse essere americano, poiché si tratta di un nome maschile, la risposta corretta è No, he isn’t.

La raccolta di canzoni che concluderà questa lezione vi aiuterà sensibilmente ad apprendere il verbo “To be”.
Rilassatevi e cantate 🙂

P. S. Se non riuscite a capire tutte le parole di questa canzone, e ciò avverrà sicuramente per i principianti, fermate il video e cercatele sul dizionario. Nella ricerca non dimenticate di seguire l’ordine corretto dell’alfabeto inglese!

 

N.B. Le immagini e i video sono stati reperiti nel web, quindi considerati di pubblico dominio e appartenenti a google e ai legittimi proprietari. Qualora si ritenesse che possano violare diritti di terzi, si prega di scrivere al seguente indirizzo easyenglish_2019@virgilio.it e saranno immediatamente rimossi.

 

I commenti sono chiusi